Pallone meteorologico

Con la diminuzione della pressione atmosferica l’elio contenuto nel pallone tende ad espandersi. Tale fenomeno è spiegato dalla legge piVi=pfVf (pressione iniziale per volume iniziale è uguale alla pressione finale per volume finale), quindi diminuendo la pressione finale obbligatoriamente dovrà aumentare il volume finale.

Tutto ciò lo si può ben capire dalla visione di questo esperimento nel quale un palloncino viene messo sotto una campana dalla quale viene tolta l’aria:

Quindi il mio pallone dovrà essere molto elastico per resistere alla diminuzione di pressione, altrimenti dopo pochi chilometri esploderebbe in mille pezzi.

balloon_6L’unica soluzione per ovviare a questo problema è l’acquisto di un pallone appositamente realizzato, chiamato “pallone meteorologico”. Esso è molto elastico (infatti si dilata fino a raggiungere un diametro di 8 m) e viene utilizzato dai vari centri meteo per registrare dati riguardanti i venti e la pressione ad alta quota. Questo pallone può raggiungere quote di circa 30 km di altezza prima di scoppiare a causa della bassissima pressione che lo circonda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *