Stratospace Project

highaltsticker_MED

E’ un progetto amatoriale per il lancio di palloni aerostatici col fine di fotografare la Terra da quote stratosferiche.

20 pensieri su “Stratospace Project”

  1. sei stato geniale a ideare questo progetto e ti ringrazio di avermi spiegato tutte le fasi del tuo progetto attraverso la “conferenza” che hai tenuto venerdi` 24 maggio 2013.

  2. Complimenti davvero! Un progetto davvero interessante e affascinante! Grandioso! continua cosi’ che arrivi in alto…

    1. Con il GPS spot potevo usufruire di un servizio dedicato sul sito findmespot.com, che mi permetteva di vedere su una mappa come quella di google maps la posizione esatta ogni 10 minuti

  3. Complimenti per la messa in atto di questo progetto ambizioso
    e riuscito. Inoltre il video spiega in modo chiaro tutta la missione.
    Aspettando la seconda missione terra-universo ti auguro il meglio.

  4. Ciao Emanuele, intanto complimenti per il tuo progetto…
    Sarei interessato a sapere a grandi linee, il sistema di sgancio del paracadute, dato che frequento l’istituto aeronautico e stiamo lavorando su un progetto di un drone quadricottero da ricognizione.
    Saluti, Matteo.

    1. Sfortunatamente non posso darvi una vera e propria risposta perché non ho utilizzato meccanismi di sgancio, ma il paracadute incontrando l’aria nella sua discesa si è aperto automaticamente

  5. Ciao Emanuele,
    ho visto per caso la notizia e mi sono ritrovato a guardare il filmato e l’intera storia… Senza fare proclami mi sento di dirti che tu sei quanto di buono ancora resta in questo paese… Ti auguro di non cambiare mai il tuo modo di essere e di continuare su questa strada… Ti porterà lontano. Dovrebbero essercene di più come te. Davvero bravo. Complimenti !

    1. Devi tenere conto che il carico era di circa 1800g quindi erano necessari più di 4000l. L’elio l’ho comprato e pagato 210€ più cauzione

  6. Ho visto il filmato della missione Stratospace II: complimenti, immagini bellissime. Sono un pilota e sono abituato a vedere la terra dall’alto, cosa che non mi stanco mai di fare, ma da così in alto è ancora più affascinante.

  7. Complimenti per il progetto!!. Vorrei sapere come funziona il meccanismo del paracadute e il GPS.
    Paracadute:
    – c’è un meccanismo predefinito per decidere quando fare aprire il paracadute?
    – il paracadute come viene legato alla corda che congiunge la scatola col pallone?
    -ci sono possibilità che il paracadute non funzioni?
    (se vuoi darci informazioni più dettagliate oltre alle domande che ti abbiamo fatto, le accettiamo 🙂 )
    GPS:
    -fino a che altitudine trasmette i dati(ho visto che arrivano a 18000m per legge)
    -l’altro gps che hai usato è gps Tracker? (è affidabile…quanto viene a costare l’invio degli sms?).
    Grazie in anticipo!!!:)

    1. Il paracadute si apriva automaticamente appena incontrava la resistenza dell’aria. Bisogna considerare che il payload è molto leggero, quindi anche se per qualche starna ragione non si fosse aperto correttamente i rimasugli del pallone esploso avrebbero frenato lo stesso la caduta.
      Il GPS invece non ha funzionato sopra i 22.000 metri circa proprio per le limitazioni imposte dal produttore. Gli SMS invece costano circa 15 cent l’uno, come impostato dal piano tariffario.

  8. Ciao, complimenti per il progetto, vorrei sapere come vi regolate la quantità corretta di elio da trasferire nel pallone, ho letto che si può usare dei contrappesi dello stesso valore della spinta ma non mi sembra molto funzionale visto che il pallone e’ collegato alla bombola e quindi trattenerlo e falsare la misurazione della spinta. Voi come vi siete regolati? Grazie

    1. Per capire la quantità di elio da inserire abbiamo creato dei semplici contrappesi, collegati al pallone con un filo più corto rispetto al tubo che usciva dalla bombola. In questo modo la misurazione non risultava falsata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

High Altitude Balloon